ugg baratas online monsignor ravasi alla madonna del moletto per la benedizione delle barche Una terrazza sul Lario

botas ugg hombre monsignor ravasi alla madonna del moletto per la benedizione delle barche Una terrazza sul Lario

Ieri sera a Limonta, alla Madonna del Moletto c stato un evento cui da anni speravo di assistere, ma nessuno sapeva specificarmi la data. Finalmente quest chiedendo in un bar di Limonta, ho saputo che si sarebbe svolto il 14 sera alle ore 21 e 45. Erano presenti una gran folla di fedeli e numerose barche. Il lago era liscio come l la serata splendida, tutto l favoriva la buona riuscita dell La gente continuava ad affluire numerosa, ormai i posti a sedere sulle panche portate l da volontari ernao esauriti, c chi si sedeva sulle scale, chi sul muretto, chi addirittura per terra.

iNell molta trepidazione. Nel vedere tante persone riunite in quel luogo per pregare, mi sembrato di tornare indietro di secoli quando la chiesa non esisteva ancora, ma quel posto sulla riva di Limonta era stato scelto da Monsignor Rusca per celebrare riti sacri.

Le barche giungevano numerose, in particolare dal ramo di Lecco, alcune anche da Bellagio, sulla liscia superficie del lago, con le loro scie era come se incidessero la propria firma sulla distesa azzurrina. Al momento di spiegare il vangelo, l ha detto delle parole che mi hanno profondamente emozionata:

“Come ogni hanno, invitato da Don Marino, eccomi qui tra voi per questa serata mariana. Questi luoghi mi sono nel cuore e, quando sono a Roma per i miei impegni ecclesiastici, ripenso a questo lago meraviglioso, con i suoi superbi tramonti, le sua albe sorprendenti e ai suoi abitanti e sento l di tornare per poter godere di luoghi e gente speciale che popola le rive del lago di Como.”

Ha poi continuato col dire che il suo desiderio sarebbe che riapparissero due volti dalla acque di questo lago. Il primo quello di Ges che, per lunga parte della sua vita terrena stato un uomo di lago. Difatti chiss quante volte avr attraversato in barca il lago di Tiberiade, conosceva i venti, conoscevail mutar delle correnti e le insidie che un lago pu covare. Ges frequentava anche la gente di lago che abitava i villaggi e chiss quante volte si sar fermato per predicare su piccole rade somiglianti a quelle del Moletto.

Ges amava anche i pescatori, conosceva le specie dei pesci e i segreti della pesca.

E quando risorto comparve ai suoi discepoli chiese proprio del pesce arrosto. Egli stesso sapeva cucinare il pesce. Nelle sue prediche il figlio di Dio invitava alla meditazione, a soffermarsi ad ammirare le bellezze della natura, abitudine che nella vita frenetica di oggi si va perdendo. Il Monsignore ci ha invitati ad ascoltare il silenzio, ove parla soltanto la voce della natura e, proprio mentre affermava ci uno sciacquio d leggere ha emozionato i nostri cuori. Era come se il lago, chiamato in causa, avesse risposto con la sua voce melodiosa.

L volto che avrebbe voluto veder apparire dalle acque del lago quello della Madonna. Maria come madre, in questo giorno della sua festa, in questo giorno che si pu considerare la festa di tutte le mamme. Maria nei vangeli non parla che in 5 occasioni e anche sul Golgota, quando stava per perdere il suo figliolo non ha proferito parola chiusa nel suo dolore, ma ha espresso, col suo silenzio, la sofferenza di una madre. Ha invitato nuovamente tutti alla meditazione perch spesso il silenzio pu essere pi eloquente delle parole.

Al termine della messa Monsignor Ravasi sceso sul moletto e ha benedetto una per una tutte le barche. Poi si soffermato con noi fedeli a chiacchierare e stringere la mani.

Infine, ha fatto ritorno nella chiesa del Moletto per spogliarsi dei paramenti sacri e si dimostrato disponibile a farsi fotografare in compagnia dei presenti. Io, come sempre, mi sono fatta avanti.

Grazie Lario di quest regalo, grazie Monsignor Ravasi, con le Sue parole ha donato serenit al mio animo. Altra serata indimenticabile da scrivere nel libro dei ricordi.

Pubblicato il 16 08 2009 alle 16:25Occasione propizia per la pubblicazione corredata con foto del tuo esauriente articolo. Antonia, ti converrebbe prendere definitiva dimora sulle nostre sponde chi meglio di te e con solerte frequenza ci pu tenere al corrente di quanto avviene di bello nei nostri magici luoghi? Le notizie del Lario le troviamo qui, sulle altre testate troviamo sempre le solite minestre ed anche riscaldate (che s saranno minestre ma sempre riscaldate!) Preferisco leggere queste che quanto riportano gli altri quotidiani Clooney alla finestra di villa Oleandra o l compagna di turno che si lascia intravedere dietro le tendine mentre per il giorno seguente i soliti personaggi che si tengono per mano (sai quanto a noi ce ne frega! Almeno a me!)

Evviva l Caramente, Sandro. Una piccola curiosit: Limonta non ha il rito Romano, bens quello Ambrosiano, e dipende direttamente dall di Milano. I not sure if this is a format issue or something to do with browser compatibility but I figured I post to let y kno
ugg baratas online monsignor ravasi alla madonna del moletto per la benedizione delle barche Una terrazza sul Lario